20/07/2017

WHITE PAPER - Mille miliardi di dispositivi IoT entro il 2035

In un suo recente intervento, Masayoshi Son, CEO di SoftBank Group Corp, nonché presidente di ARM Holdings, ha illustrato la sua visione futura in relazione alla rivoluzione digitale che in questi anni, grazie all’Internet delle cose, sta cambiando il volto al nostro vivere quotidiano.

Ebbene, secondo Mr. Son siamo solo agli inizi di quanto l’IoT promette di fare, tant’è che a suo parere nei prossimi due decenni si assisterà a una crescita esponenziale dei dispositivi interconnessi in rete tale da raggiungere la stratosferica quota di un trilione (mille miliardi) di unità. Ben si comprende come, in relazione a uno scenario del genere, non sia più possibile parlare di rivoluzione digitale, bensì di “information revolution”, cioè di un totale cambiamento di paradigma nell’organizzazione delle cose che si baserà in maniera sempre più massiccia sulle relazioni tra le informazioni disponibili. Ciò interesserà non solo la nostra vita quotidiana, ma anche l’industria, che sarà chiamata a ridefinire i propri modelli organizzativi ed economici.

Lo sviluppo dell’IoT e la sua sempre più vasta applicazione trarrà beneficio  del miglioramento dei margini di profitto legati alle informazioni, dovuti da un lato alla disponibilità di tecnologie sempre più performanti, dall’altro alla progressiva riduzione dei costi e alle innovazioni introdotte dall’industria dei semiconduttori.

In sostanza, Masayoshi Son si è spinto a prevedere che l’IoT genererà la seguente ricaduta:

- 1.000 miliardi di unità: i dispositivi IoT che cumulativamente saranno prodotti tra il 2017 e il 2035

- 5.000 miliardi di dollari all’anno: il contributo dell’IoT al PIL globale entro il 2035

- 1.000 miliardi di dollari all’anno: la spesa complessiva in dispositivi e servizi IoT entro il 2035

- 750 miliardi di dollari: la spesa in connettività che cumulativamente riguarderà i moduli IoT dal 2017 al 2035

- 1.000 miliardi di dollari all’anno: il valore del mercato dei dispositivi e dei servizi IoT in cui si troveranno ad operare le aziende di tecnologia entro il 2035


Per approfondire l’argomento e scaricare il white paper completo: https://community.arm.com/iot/b/blog/posts/white-paper-the-route-to-a-trillion-devices

 

KEIL

Keil – Tools by ARM produce compilatori C, macro assembler, kernel real-time, debugger, simulatori, IDE e schede di valutazione per famiglie di microcontrollori basate su ARM7/ARM9™/Cortex™-M3, XC16x/C16x/ST10, 251, e 8051. I prodotti Keil comprendono sistemi di sviluppo embedded, software di valutazione, application notes, esempi, aggiornamenti e supporto tecnico.

Maggiori informazioni su Keil sono disponibili su www.keil.com

 

ARM

ARM è leader mondiale in ambito di architetture micro scalabili ad elevata efficienza energetica, utilizzate nel cuore delle applicazioni più evolute, come mobile (smartphone, tablet ecc.), ICT (enterprise server, IoT ecc.), industrial (sensoristica, controller ecc.) e ancora telecom, medicale, automotive, home ecc. L'offerta di ARM include microprocessori RISC 16/32-bit, data engines, processori grafici 3D, librerie digitali, memorie embedded, periferiche, software e sistemi di sviluppo, così come funzioni analogiche e prodotti per la connettività ad alta velocità. Si stima che dal 1990 siano stati rilasciati in tutto il mondo più di 50 miliardi di SoC (System-on-Chip) basati IP ARM.

Maggiori informazioni su ARM si trovano su www.arm.com

Indietro

News

Tecnologix S.r.l.
via Biancospini 6, 20146, Milano (MI) Italia.
+39 02 48954230 / +39 02 471106
C.F. & P.I. 11934740157

info@tecnologix.it