Tecnologix

IXXAT CANopen Configuration Studio

IXXAT CANopen Configuration Studio
Strumento di gestione progetto e configurazione per dispositivi e sistemi CANopen.
Descrizione

Il CANopen® ConfigurationStudio è un potente strumento per la gestione dei progetti e per la configurazione di dispositivi e sistemi CANopen. Le caratteristiche particolari dello strumento includono un'interfaccia utente user-friendly e la modularità. Basato su una struttura client-server, lo strumento è estremamente flessibile e può essere personalizzato con vari moduli di programma (moduli client).

La gamma di applicazioni del  CANopen ConfigurationStudio si estende da uno strumento di configurazione dei dispositivi facile da usare, che permette all'utente di gestire comodamente e configurare i dispositivi CANopen, a un complesso  strumento di configurazione della rete con funzioni di mappatura automatica PDO e di collegamento.

Per gli utenti inesperti dei dispositivi e sistemi CANopen, il programma offre moduli client, che permettono di effettuare la configurazione di rete direttamente sul livello di applicazione e nascondere tutti i dati di configurazione del CANopen, come la mappatura PDO e l'assegnamento degli identificatori CAN. In questo scenario, l'utente è responsabile solo del collegamento degli I/O con le variabili di rete. Il CANopen ConfigurationStudio è anche predisposto per l'integrazione con ambienti di programmazione di PLC CANopen.

La base del ConfigurationStudio è una gestione database-oriented di tutti i dati di configurazione e del dispositivo richiesti dall'utente. Una funzione di importazione molto veloce carica i dati del nuovo dispositivo dai file EDS corrispondenti nel database.

Dispositivi e sistemi CANopen sono configurati con vari moduli client con funzionalità diverse. L'accesso al bus CAN è possibile tramite un modulo CANopen client integrato, che fornisce anche NMT e funzionalità LSS.

In evidenza

  • Link e mappatura automatica PDO
  • Supporto per le variabili di rete in base alle specifiche CiA 302 e CiA 405 
  • Configurazione dei dispositivi CANopen  secondo lo standard CiA 302
  • Accesso strutturato e semplice ai dati dei dispositivi
  • Predisposizione all'integrazione con ambienti di programmazione IEC 61131-3 PLC CANopen
  • Veloce  gestione database-oriented di tutti i dati di configurazione e del dispositivo dai file EDS e DCF

Funzionalità

Finestra di progetto

Nella finestra di progetto il sistema CANopen viene visualizzato in una struttura ad albero, in cui i dispositivi possono essere raggruppati secondo le loro rispettive funzioni. La finestra di progetto avvia anche i moduli client corrispondenti per un dispositivo selezionato, un gruppo di dispositivi dispositivo o una rete. E' inoltre possibile lavorare su diverse finestre di progetto contemporaneamente.

Modifica dei record di ciascun dispositivo

Per modificare manualmente i dati di configurazione di un dispositivo CANopen, il programma fornisce due moduli client, il browser el dizionario degli oggetti e il configuratore del dispositivo.

Il configuratore del dispositivo presenta i dati dell'area di comunicazione (1000h-1FFFh)  in maschere di input concise e facili da usare. L'utente non ha più bisogno di conoscere gli elementi dell'indice e sottoindice o formati di dati di singoli record. Al contrario, i valori desiderati possono essere inseriti direttamente tramite radio button, checkbox e slider. La mappatura PDO è realizzata con una funzione di drag & drop.
CANopen ConfigurationStudio - CANopen Device Configurator
Il browser del dizionario degli oggetti visualizza il dizionario degli oggetti di un device selezionato in una struttura ad albero facile da comprendere con indice, sottoindice e nomi degli oggetti.  Quando un oggetto viene selezionato, tutti gli attributi associati vengono visualizzati e il valore corrente dell'oggetto può essere modificato.

Mappatura e linking dei PDO automatici

Quando si tratta con sistemi più grandi, è richiesta una conoscenza speciale per la mappatura e il linking manuale dei PDO e l'attenta selezione delle connessioni PDO necessita di molto tempo. L'object linker offre un miglioramento significativo supportando mappatura e linking dei PDO completamente automatizzati in pochi passi. Tutti i dispositivi utilizzati nel progetto sono presentati in una matrice e ordinati in base ai dati di input e di output. I collegamenti desiderati tra i dispositivi di input e di output sono presentati nella matrice con i flag e sono calcolati  automaticamente dall'object linker.

Variabili di rete secondo le specifiche CiA 302 e 405 CiA

Un'altra caratteristica dell'object linker è il supporto per i dispositivi implementati in conformità con lo standard CiA 405. Questi dispositivi costituiscono il PLC CANopen con ambienti di programmazione secondo IEC61131-3. L'object linker consente qualsiasi definizione di variabile di rete in base alle descrizioni dinamiche del canale contenute nei file EDS. Le variabili di rete forniscono l'interfaccia tra i dati contenuti nel sistema CANopen e il vero programma all'interno del controllo. Esse possono essere create manualmente o utilizzando la funzionalità drag & drop. Le variabili di rete definite possono essere collegate con i dati reali in uscita o in entrata nella matrice. In questo caso l'object linker è anche responsabile del calcolo della mappatura PDO del controllo.

Integrazione di ambienti di programmazione PLC secondo IEC61131-3

È possibile integrare ambienti di programmazione PLC in uno dei due seguenti modi: con lo scambio di file DCF e NVX come definito nella specifica CiA 405 o collegando direttamente l'ambiente di programmazione con il server di database. La seconda soluzione richiede la modifica dell'ambiente di programmazione, ma ha il vantaggio che lo strumento di programmazione può immediatamente leggere e scrivere i dati necessari da e verso il database. Inoltre, lo strumento può salvare nel database i propri dati, come il codice di sorgente, il codice binario o le informazioni del progetto.

Database e database server

Il nucleo del ConfigurationStudio è un database veloce e object-oriented che contiene tutti i dati del dispositivo CANopen e del sistema normalmente contenuti nei file EDS e DCF. Il vantaggio principale di questa soluzione è che tutti i dati sono accessibili subito dopo l'avvio del programma eliminando l'attesa di importazione dei file EDS e DCF. I moduli client accedono al database tramite un database server che elabora e coordina ogni accesso. Ciò assicura che tutti i moduli client che elaborano informazioni simultaneamente ricevano dati aggiornati.
L'approccio del database object-oriented offre il vantaggio di consentire moduli client personalizzati per salvare i dati nel database.

Importazione ed esportazione EDS e DCF

La caratteristica di importazione ed esportazione dei file EDS e DCF permette all'utente di impostare nuovi dispositivi all'interno del database. E' anche l'interfaccia predefinita con gli altri strumenti CANopen. I file EDS e DCF possono essere processati rapidamente, anche se sono di grandi dimensioni.

Accesso al bus, NMT e funzionalità LSS

L'accesso alla rete CANopen viene utilizzato per scaricare dati del dispositivo e del sistema. Questo modulo client stabilisce una connessione tra il ConfigurationStudio e la rete CAN tramite una scheda IXXAT di interfaccia CAN . Ciò consente di caricare i dati che sono stati modificati offline nei dispositivi CANopen sul bus CAN. È anche possibile caricare la configurazione corrente di un dispositivo collegato al bus nel database oppure confrontarla con quella in esso contenuta.
Sono disponibili anche funzioni per l'avvio e l'arresto di un sistema,  per l'esecuzione di scansioni del sistema per determinare i nodi esistenti, funzioni per richiamare l'archivio, ripristinare la funzione di un dispositivo, funzioni per avviare, arrestare, resettare programmi PLC, e funzioni LSS per la parametrizzazione del bit rate e del numero di nodo di un dispositivo CANopen.

Numeri ordine

1.02.0162.00000